Blog

Smile designer, il dentista moderno

Smile designer ? Perché il dentista moderno deve essere uno “smile designer”?

Perché il dentista-smile designer? Oggigiorno le recenti innovazioni tecnologiche e le sempre più avanzate competenze del dentista, via via acquisite nelle varie branche dell’odontoiatria, non lasciano più spazio ad alibi per la progettazione e la creazione di sorrisi da sogno per i propri pazienti.

Quello che però si palesa è una netta frammentazione di informazioni e di processi diagnostici tra i dentisti stessi o meglio l’esistenza di super specializzazioni quali l’implantologia, l’ortodonzia, la gnatologia, la odontoiatria estetica e ricostruttiva, che hanno fatto sì che spesso si assista al paradosso che non esiste qualcuno con funzione di coordinatore ed in grado di mettere insieme tutti i pezzi del puzzle essendo ogni professionista focalizzato sulle proprie specializzazioni e competenze specifiche.

Tutto ciò crea anche tanta confusione nell’immaginario dei pazienti che si rivolgono al dentista ignari dell’esitenza di cosi’ numerose sottospecializzazioni e comunque alla ricerca di un miglioramento a 360° sul piano estetico e/o funzionale per i propri denti.

Le innovazioni tecnologiche permettono di ottenere un fedele rendering del piano terapeutico pensato dal team odontoiatrico che potrà anche essere reso analogico e indossato dal paziente
Le innovazioni tecnologiche permettono di ottenere un fedele rendering del piano terapeutico pensato dal team odontoiatrico che potrà anche essere reso analogico e indossato dal paziente

Otturazioni in amalgama

Otturazioni  in amalgama

Le otturazioni  in amalgama di mercurio sono uno dei topic più controversi in odontoiatria.

La comunità scientifica e l’opinione pubblica e l’attenzione dei media si dibattono da decenni sulle conseguenze della presenza di metalli in bocca, su quanto questi siano inerti e biocompatibili e se le caratteristiche biomeccaniche possedute dalle ricostruzioni metalliche possano essere presenti in altri materiali.

[youtube id=”d1j5nYIGeVg” width=”600″ height=”350″]

La moderna odontoiatria conservativa si è sempre più indirizzata al restauro del dente cariato con tecniche adesive e materiali estetici, ma ancora oggi diversi dentisti tengono a sottolineare i vantaggi dell’uso dell’amalgama, come la versatilità e facilità d’uso e la resistenza alla compressione. Non è raro trovare in bocca ai pazienti otturazioni fatte vent’anni fa e ancora oggi valide e senza alcun problema.

I diastemi: Diagnosi e Terapia

I diastemi
Troppo spazio tra i denti?

soluzioni per un problema estetico e funzionale

Molte persone ne vanno fiere e ne fanno il loro segno distintivo, altre ne fanno il loro cruccio e pensano sempre che l’occhio dell’osservatore cada lì, sul diastema, la “finestra”, lo spazio vuoto tra i denti che interrompe e fa da cesura all’interno dell’armonia del sorriso.

 

diastema
Molti vip sfoggiano il loro sorriso diastemato e ne hanno fatto il loro segno distintivo

 

Sono varie le cause che portano alla tipica conformazione diastemata, dalla discrepanza tra la grandezza dei denti e la dimensione dell’osso e gengiva, al disallineamento dei denti anche dovuto a abitudini viziate come succhiamento del dito in età infantile, allo sventagliamento dei denti per perdita di supporto osseo causata da malattia parodontale.

Ortodonzia linguale con o senza attacchi? Apparecchi linguali a confronto

ortodonzia linguale con attacchi
Apparecchio linguale win di ultima generazione

Sempre più di frequente nell’immaginario dei pazienti si genera curiosità nei confronti della ortodonzia linguale con o senza attacchi, vediamo di fare un po’ di chiarezza.

Cos’è l’ortodonzia linguale?

L’ortodonzia linguale è una tecnica ortodontica che consente la correzione dei denti disallineati tramite un apparecchio fisso invisibile perché incollato sulla faccia interna (linguale) dei denti; in questo modo l’allineamento dei denti può avvenire in totale discrezione senza che l’apparecchio ortodontico sia visibile, ma anche in assoluto comfort dal momento che gli attacchi linguali miniaturizzati di ultima generazione assicurano un adattamento pressocchè immediato all’apparecchio.

Come nasce l’ortodonzia linguale?

L’ortodonzia linguale nasce negli anni 80 ad Hollywood per l’esigenza di correggere i sorrisi delle stelle del cinema senza il disagio e l’ingombro estetico degli apparecchi metallici convenzionali.

I primi attacchi o brackets ad essere incollati sulla faccia interna dei denti erano semplicemente attacchi standard dei comuni apparecchi ortodontici per applicazione sulla superficie esterna dei denti, che venivano adattati ed utilizzati sulla faccia interna dei denti, al fine di spostarli in maniera invisibile. Successivamente le aziende, sotto l’impulso di esperti ortodontisti, hanno cominciato ad investire nell’innovazione e nello sviluppo della tecnica linguale e cominciarono ad uscire in commercio attacchi progettati appositamente per essere incollati e lavorare in maniera invisibile dal lato interno o linguale dei denti.

Quali sono gli apparecchi linguali di ultima generazione?

Fissa un
appuntamento