fbpx
dente devitalizzato nero.004-min

Dente devitalizzato nero. Come comportarsi?

Dente devitalizzato nero? Un dente devitalizzato si è scurito nel tempo?

Hai notato che il dente che hai devitalizzato anni fa è diventato nero?

Alcune sostenze presenti all’interno del dente, in caso di necrosi dentale o devitalizzazione, tendono a far scurire la superficie esterna del dente che appare diversa da quella degli altri denti vicini. Per questo negli anni alcuni denti devitalizzati appaiono neri.

In questo caso lo sbiancamento esterno del dente, sia che venga effettuato con la lampada attivante e il gel fotoattivato, sia che venga effettuato a casa con le mascherine e il gel sbiancante, non è in grado di attuare uno sbiancamento efficace del gruppo frontale con un risultato armonico.

I denti che presentano discromie dopo aver subito una devitalizzazione, necessitano di un trattamento sbiancante interno.

Lo sbiancamento interno della radice di denti devitalizzati diventati scuri viene effettuato dell’odontoiatra, che accede alla devitalizzazione precedentemente effettuata, si assicura della validità di quest’ultima, rimuove eventuali carie, detriti pigmentanti di nervo necrotico e resti di materiali di otturazione della devitalizzazione.

Queste sostanze, infatti, nel tempo, possono far scurire o recidivare il colore del dente.

Come si sbianca un dente devitalizzato che diventa sempre più nero?

Lo sbiancamento interno di un dente devitalizzato è una pratica che viene effettuata in massima sicurezza.
È necessario accedere nuovamente alla camera pulpare del dente GIÀ TRATTATO, praticando un foro sulla parete palatale od occlusale del dente, in quanto la sostanza sbiancante va posizionata all’INTERNO del dente stesso.

Il gel sbiancante color arancio viene quindi messo sia all’interno del dente che all’esterno, proteggendo i tessuti gengivali con la DIGA DI GOMMA, da una possibile azione irritante del gel.
È un trattamento “ESTETICO”. Sono possibili recidive a distanza di qualche anno, ma il trattamento è eventualmente ripetibile.

Sono riportati in letteratura possibili, RARI effetti collaterali del trattamento, quali riassorbimento della radice del dente e riassorbimento dell’osso alveolare. Per ridurre tali effetti molti clinici esperti consigliano tempi più lunghi con prodotti a bassa concentrazione.

A volte quando si vuole effettuare uno sbiancamento del sorriso è necessario effettuare preliminarmente lo sbiancamento interno dei singoli denti devitalizzati discromici per avere una regolarizzazione del colore, per poi procedere successivamente al trattamento sbiancante completo.

Leggi anche qui https://www.ortodonzialinguale.net/it/sbiancamento/

Ti va di fare una domanda? Scrivici a info@ortodonzialinguale.net

Anche l’Accademia Italiana di odontoiatria conservativa e restaurativa ha scritto sullo sbiancamento https://accademiaitalianadiconservativa.it/wp-content/uploads/2020/03/AIC-Lo-sbiancamento-14-_appendice-alla-scheda-4.pdf

 

  • CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Altri Articoli

Torna su